L’atmosfera del cielo si fa confusa. Il segno dei Pesci non a caso è legato a Nettuno, pianeta dell’immaginifico, dell’amore, del misticismo, della spiritualità. Si chiude un ciclo, proprio come questa fase di luna.

Entriamo quindi in una fase molto emotiva e profondamente illuminante. Un passaggio tra il buio dell’inverno e i primi raggi di primavera. Con la stagione dei pesci chiudiamo il cerchio e ci prepariamo al nuovo.

Ultimo segno dello zodiaco: racchiude le undici tappe delle costellazioni che abbiamo lentamente attraversato. Non a caso il segno dei pesci, la chiusura, governa i piedi mentre l’ariete, la nascita, la testa! Il segno dei Pesci chiude l’inverno e tutto il ciclo vitale annuale.

Simbolicamente è la stagione del “non ancora”: la natura stessa è in una fase di risveglio, un risveglio lento ma necessario. Siamo ancora in inverno ma si avvicina il momento del riconoscimento, della consapevolezza, della conclusione.

Come affrontare la stagione dei Pesci

Tempo per investire sulla tua ricostruzione, attraverso la purificazione, ammettendo le fragilità, metabolizzando ciò che si ha vissuto negli ultimi 12 mesi. La parola chiave che ci parla delle caratteristiche dei Pesci è genialità. I Pesci, fra tutti i segni, hanno il compito di creare un estroso per quanto geniale disordine, dal quale si può generare un nuovo ciclo di qualità superiore

7 Consigli utili per questa stagione

  1. Asseconda la tua creatività e rendi le tue giornate magiche.
  2. Lasciati ispirare e asseconda il bisogno di creare, la tua fantasia e le visioni.
  3. Sintonizzati con la tua natura artistica
  4. Se puoi concediti un massaggio con le canne di bamboo (elemento Legno, in medicina cinese, e in questo momento dobbiamo lasciarci ispirare dal legno
  5. Evita sostane e persone tossiche (attenzione all’alimentazione e al tuo fegato!)
  6. Questa costellazione è molto legata al misticismo, i sogni, la voglia di evadere in mondi esoterici. Usa quindi la musica, l’arte, la scrittura, i sogni lucidi, il ballo per raggiungerli e ritrovare la tua dimensione.
  7. Usa i momenti di vulnerabilità emotiva e fragilità per vedere dove hai ancora lavoro da fare. Fermati, ascoltati. Non dare solo colpe all’esterno, ma impara a prenderti le tue responsabilità, senza però auto ‘flaggellarti’.

Salute e Benessere

Il glifo di questo segno vede due tratteggi tondeggianti simmetrici uniti da una linea orizzontale. Sta ad indicare due forze energetiche contrastanti, quella dello spirito e quella della materia, che si uniscono in un unico individuo. Esso rappresenta l’incontro del finito con l’infinito, l’uscita da un ciclo e l’entrata in un nuovo ciclo. Non a caso i nativi dei Pesci sono dotati di un estro e di una creatività indiscutibili. Sono emotivi, altruisti, volubili e rischiano di risultare molto ingenui in certe situazioni.

La costellazione pesci, elemento Acqua, segno mobile. Organo bersaglio: triplice riscaldatore (sistema immunitario, sistema endocrino, sistema linfatico). Quale ultimo Segno dello Zodiaco, i Pesci scaricano le somatizzazioni sulla periferia, in quei distretti che rappresentano l’insieme degli organi e che regolano l’armonia .

Come distretto corporeo governa i PIEDI. I piedi sono il simbolo della libertà, quelli che ci fanno muovere, scappare, correre. Potrebbe sembrare una piccolissima parte del corpo ma in realtà è molto di più. In primis è la chiave simbolica dei nostri sostegni relazionali (non a caso il rito del lavacro dei piedi in tutte le tradizioni è simbolo di purificazione con il mondo divino).

Il piede è simbolo di libertà in quanto consente il movimento. Chi appartiene al segno dei Pesci sa quanto è dominante la sua voglia di non avere confini e di essere libero. Il piede è anche il nostro punto di appoggio al suolo, della parte sulla quale tutto il nostro corpo poggia. Ci permette inoltredi avanzare come pure di bloccare e di conseguenza rimanere sulle nostre posizioni. Il piede rappresenta il nostro mondo delle posizioni. Quanto siamo saldi sui nostri principi?

Il motto del segno dei Pesci

non c’è notte tanto buia da impedire al sole di risorgere!

Ogni segno ha una sua particolare atmosfera, quella che appartiene ai Pesci è molto simile a una dimensione senza tempo nella quale c’è tutto e niente. La luna in esaltazione sprigiona infatti la sua ipersensibilità donando un’emotività così forte che porta alla drammatizzazione, alla illusione. Mercurio in esilio e Urano in caduta portano confusione, poca concretezza, imprevedibilità, disfattismo, voglia di scappare, di fuggire dove la notte è per sempre.

La Missione

“… a te Pesci, affido il compito di concludere il viaggio sulla Terra. Dovrai raccogliere tutto ciò che hai fatto nella vita e portarlo a me affinchè io possa dissolverlo nell’oceano dello spirito.
Imparerai così a morire di te stesso e a liberare la Scintilla Divina che ho nascosto nel tuo cuore. Ma dovrai anche insegnare agli uomini a fare altrettanto e per questo dovrai saper raccogliere il loro dolore e le loro lacrime.
Di certo, il tuo, è il compito più difficile, ma affinché tu lo possa assolvere ti dono i talenti della salvezza, della fusione mistica e della compassione. Mettili a frutto tenendo sempre ben presente il compito che ti ho dato. Ricorda che autocommiserazione, confusione e paura saranno gli ostacoli che metteranno a dura prova la riuscita del viaggio”.

Il segno dei pesci rappresenta il superamento di tutti gli ostacoli e il raggiungimento della liberazione. In questo momento abbiamo il dovere di concludere questo viaggio, raccogliere i frutti. Fermarci, assumerci le nostre responsabilità, calarci nell’abisso della nostra anima, incontrare il dolore e la sofferenza: l’unica possibilità che abbiamo per rinascere davvero.

CONCLUSIONI

Non perderti Fogli di Te: la mia newsletter, una miscela spiritualità, riflessioni astrologiche e consigli naturopatici. Ti aspetto

Grazie per essere qui nel mio spazio al naturale e nella mia co.Moonity