Nutrire il nostro corpo in modo consapevole è un atto di amore. E quale miglior modo se non quello di seguire un’alimentazione che rispetti il ritmo della natura e quindi della luna? In questo articolo ti spiegherò cosa è il digiuno lunare, i giorni favorevoli e i benefici di questa pratica.

Sono Tiziana Salari, una naturopata certificata e mi occupo di benessere al femminile.

.

Digiuno e Fasi Lunari

Il nostro corpo è costituito per lo più di acqua e come tutti i corpi liquidi risente dell’influenza gravitazionale che esiste fra la terra e la luna. Poiché il corpo umano è costituito per circa il 70% d’acqua, non sorprende il fatto che le fasi della luna hanno un profondo impatto sul suo funzionamento; in particolare sulle secrezioni e i succhi dell’apparato digerente e la linfa. Non sto dicendo nulla di nuovo ma ripeterlo mi piace sempre. Ricordare la magica alchimia che esiste tra noi e il cosmo è doveroso, per troppo tempo ce ne siamo dimenticati.

Pratico il digiuno lunare da più di tre anni. Non parlerei mai di un rituale se non lo avessi prima testato su di me. Ammetto che le resistenze da parte mia sono state tante, ma nel corso del tempo ho gradualmente capito l’importanza di questa pratica, i cui benefici sono ineguagliabili. Vorrei sottolineare che quella di cui ti sto parlando è una pratica di purificazione e pertanto lo scopo non è il dimagrimento, bensì un riequilibrio attraverso la disintossicazione del corpo. Lo sottolineo perché termini come mangiare sano e digiuno, purtroppo, fanno subito (erroneamente) pensare alla perdita di peso.

In un altro articolo, che ti invito a rileggere, ho spiegato che perdere peso quando si segue un’alimentazione olistica è solo una conseguenza!

Purificazione Spirituale

L’Ekadashi non è una dieta dimagrante, ma un digiuno volto alla purificazione dell’anima e all’elevazione dei pensieri. È un dovere verso noi stessi mantenere un atteggiamento spirituale e nei giorni di Ekadashi è bene astenersi da pensieri negativi, azioni peccaminose e parole offensive (anche verso se stessi). Durante questa giornata, è consigliabile ascoltare buona musica, meditare, leggere libri piacevoli, stare in natura, cantare, recitare i mantra… il tutto per coltivare una mente positiva e tranquilla.

I giorni favorevoli per effettuare il digiuno lunare

I giorni di Ekadashi sono quelli più favorevoli per il digiuno lunare. Sono stati scelti dagli antichi yogi sulla base di una profonda consapevolezza della relazione tra macrocosmo e microcosmo. I benefici fisici del digiuno sono oramai conosciuti da tutti, ma seguire un digiuno lunare in questi giorni amplifica gli effetti disintossicanti, la rigenerazione di tutte le funzioni fisiologiche e la resistenza fisica e mentale.

Il meccanismo è molto semplice: basta contare 11 giorni dopo la luna piena e 11 giorni dopo la luna nera. Questi sono i giorni in cui ci si astiene totalmente dal cibo. Da tempi antichi si crede che durante questi giorni la posizione dei pianeti influenzi le persone, rendendole meno propense alle tentazioni. Durante questigiorni è consentito consumare tisane, tè e acqua. La prima volta che ti cimenti in questo processo, puoi permetterti anche di bere succhi di frutta (non zuccherati) o estratti di verdura e frutta.

Contando 11 giorni dopo i quarti di lunari si ottengono invece i giorni in cui effettuare i semi digiuni: ovvero i giorni in cui ci si astiene dal pasto serale. Digitando su google “calendario Ekadashi” troverai le date precise. In sintesi sono 2 giorni di digiuno completo (24 ore) e 2 giorni di semi digiuno per un ciclo lunare (purna ekadashi e ardha ekadashi)

Seguendo queste indicazioni per circa sei mesi ti accorgerai che spontaneamente il corpo avrà necessità di non assumere alimenti nei giorni Ekadashi. Senza necessariamente consultare il calendario, il corpo te lo dirà, sempre se lo saprai ascoltare.

BENEFICI DI UNA PRATICA COSTANTE DI DIGIUNO LUNARE

Il digiuno lunare permette il riposo degli organi che utilizziamo quotidianamente per la digestione (non solo del cibo). Dato che il sangue e la linfa si formano proprio attraverso il complesso processo di trasformazione e assorbimento delle sostanze contenute nel cibo e la maggior parte della malattie ha origine nel tratto gastro-intestinale, il digiuno può essere considerato prevenzione.

Ricordo inoltro che il digiuno lunare, fatto seguendo i ritmi lunari, è prima di tutti una pratica spirituale. Considera che all’Ekadashi viene dato un ruolo cosmico: si ritiene che chi digiuna liberi la proprio anima dai cicli della nascita e della morte.

I benefici di una pratica di purificazione lunare

  • riposo degli organi dell’apparato digerente
  • aumento dell’energia;
  • PREVENZIONE
  • eliminazione delle tossine accumulate nel sangue, nelle cellule e nel sistema nervoso;
  • purificazione della mente e svuotamento dei pensieri: 
  • aumento della lucidità mentale, vitalità e della centratura;
  • eleva al di sopra dei bisogni corporei

VUOI PROVARE IL DIGIUNO LUNARE: PRIMA ALLENATI!

Non si dovrebbe mai affrontare un digiuno senza prima aver abituato l’organismo in modo graduale a questa che comunque rimane un’astinenza volontaria. Questo gli eviterà di essere sottoposto a stress. Qui sotto uno schema che spero possa esserti di aiuto. Ricordati però è una pratica molto spirituale e l’intenzione gioca un ruolo fondamentale.

1° GIORNO – ALLENAMENTO – preparo il corpo eliminando tutti i cibi che creano dipendenza: zucchero, caffè, alcol, proteine animali. Scegli frutta, cereali, frullati, legumi e insalata.
2° GIORNO – ALLENAMENTO – Giornata dedicata a frutta e verdura. Legumi solo se preparati come creme o vellutate.
3° GIORNO – DIGIUNO –  Aumento i liquidi, medito, cerco di riposare corpo mente e spirito.
4° GIORNO – RIPRESA – Introduco verdura e frutta (a colazione) e poi i cibi cotti sotto forma di purea
5° GIORNO – RIPRESA – Reintroduco di tutti i cibi solidi nell’ordine verdura e frutta, legumi e cereali.

Se senti che la fame è troppo forte

Se senti che la fame è troppo forte e i tuoi pensieri sono solo rivolti al cibo, interrompi il digiuno: evidentemente non è ancora il momento giusto. La salute prima di tutto e questa pratica non deve essere vissuta come una forzatura, come una moda, come un dovere.

Non perderti…

Esiste anche un’altra forma di digiuno che segue i ritmi della luna. Sto per organizzare qualcosa di molto potente. Iscriviti qui, alla mia newsletter Fogli di Te per non perderti l’anteprima.

Le informazioni contenute in questo articolo sono da considerarsi puramente divulgative ed educative.

Grazie mille per continuare a seguirmi

Tiziana Salari
sono anche qui