Benvenuto Dicembre! Sai che ho spesso il naso all’insù per attingere a piene mani dalla magia della natura e mi lascio trasportare dall’Universo. Quando inizia un nuovo mese la prima cosa che faccio è consultare il calendario lunare e mi incanto ad osservare tutto quello che il cielo già mi sta anticipando e suggerendo. La natura ci ricorda sempre il suo legame con il nostro essere, basta solo saperlo cogliere e sfruttare. In questo articolo troverai tutto quello che ti serve per affrontare il mese di Dicembre e poterlo vivere al meglio, secondo i ritmi naturali.

Il cielo di Dicembre

Siamo nel tempo del Sagittario, qui te ne ho già parlato. Il mese di Dicembre ha protagonista una fiamma che apre le porte allo spirituale, insegnandoci che la natura umana per essere completa, ha anche bisogno di credere nel divino. Dicembre è un mese focalizzato sul Natale: sia chiaro, io lo adoro ma tra inviti, pranzi e cene, corsa ai regali ecco che si fa largo la frenesia e quindi lo stress. Ci distacchiamo così dalla vera Magia di questo momento.

Ritroviamo piano piano il silenzio, quella solitudine che in questo momento la natura dovrebbe ispirarci. È nel sonno invernale della natura che nascono infatti i semi dei progetti futuri. In natura come dentro di noi. Questo significa restare apparentemente inerti ma in ascolto con tutti i sensi. Può far paura, perché siamo abituati a riempire i vuoti con le parole, le immagini, i suoni. Proviamo però a concederci delle pause e ritrovare il piacere di osservare, annusare, toccare e perché no… sognare?

4 mosse strategiche

Non disperdiamo inutilmente energie all’esterno ma anzi impegniamoci per accrescerle con i giusti silenzi e panorami innevati. Questo il momento del ritrovarsi. C’è voglia di focolare, di calore e di affetti. Per stare in armonia con noi stessi sarebbe importante assecondare queste necessità.

  1. Stai all’aria aperta e a contatto con la natura: una bella passeggiata dopo pranzo, per cogliere la luce del giorno prima di ritirarti, che ne dici?
  2. Poca luce, molto riposo: prendiamo esempio dagli animali che se ne vanno in letargo
  3. Impara a meditare, Ascolta musica, Dedicati al disegno, alla pittura, ai libri.
  4. Privilegiamo pasti brodosi e caldi per idratarti (non sono necessari 2 litri di acqua al giorno ma rimaniamo idratati grazie a zuppe e tisane); Rape bianche e rosse, topinambur, sedano rapa, cavolo, barbabietole e carote, zenzero… ritroviamo le radici; Frutta secca a guscio

Gli aromi che proteggono

Un odore può farci sentire la mancanza di qualcuno o può farci provare una gioia inspiegabile. Gli odori non incontrano infatti barriere e ci invadono in maniera inaspettata. Pensa che potenza ha l’aromaterapia! Te ne ho parlato qui.

Per questo mese, che ci prende per mano verso l’inverno ti consigli oli di agrumi (richiamo al sole) come limone e arancio: sono i migliori da vaporizzare nell’ambiente. Lavanda, neroli e sandalo ottimi diluiti in olio vettore da massaggiare sul plesso solare, polsi e pianta dei piedi. Durante i tuoi momenti dove la creatività deve regnare sovrana usa menta e bergamotto. Per meditare e favorire il raccoglimento usa Pino e Incenso. Se vuoi scaldare l’ambiente, magari il soggiorno utilizza Cannella, Zenzero, e Chiodi di Garofano

Dicembre e i suoi colori:

Celebriamo questo mese di dicembre con i colori che lo rappresentano. Abbondiamo la nostra casa con le candele dei tre colori del Tempo: il rosso il bianco e il nero, spesso presentati nelle varianti di oro (sole), argento (luna) e blu o verde scuro (saturno). Oggetti, immagini, abbigliamento, decorazioni: i colori portano messaggi e saggezza profonda: non sottovalutiamoli!

L’oro rappresenta la rigenerazione, il divino, la nostra spiritualità; l’argento rappresenta la purezza, la protezione, la capacità intuitiva; il nero rappresenta le tenebre, il mistero, il caos primigenio dal quale può nascere ogni cosa

Tisana di dicembre

Ti offro una tisana. Il mese di Dicembre, il Solstizio, il Sagittario, il Silenzio, il Rosso, le Stelle. la Felicità: ecco qui ho messo tutto nel mio magico pentolone fumante

  • 1 litro d’acqua
  • 1 bastoncino di cannella (…ho detto bastoncino non come quello che mi ha regalato mia mamma che mi basta per un paio di anni… Santa Donna!)
  • 2 fette di arancia essiccata
  • 2 fette di mela essiccate
  • 1 cucchiaino di foglie di melissa

Fai bollire l’acqua e lascia in infusione il tutto per qualche minuto, a tua discrezione: dipende da quanto vuoi siano intensi i sapori!
Piace ai grandi e anche ai piccini ed è l’ideale per scaldare le prime serate invernali.

Solstizio d’inverno

Il mese di Dicembre segna il solstizio d’Inverno. Il momento in cui l’energia è al massimo della sua profondità: il freddo, l’interiorizzazione, il buio, la densità degli elementi raggiungono il loro apice. Si celebra Yule: un periodo carico di valenze simboliche e magiche, dominato da miti e simboli provenienti da un passato lontanissimo. Yule è morte, trasformazione e rinascita. Questo non è il momento di agire, questo è il momento di stare. Non è il momento del fare ma il momento dell’essere. E’ la rinascita della Luce che genera una promessa di crescita interiore; la necessità di compiere un salto di qualità nel percorso spirituale che abbiamo intrapreso. Questo è un momento di magia e di calore invernale.

FATTI UN REGALO

Self retreat 2022! Quante volte il 7 gennaio abbiamo iniziato una dieta ferrea e dopo 24 ore già avevamo mollato? Questo genera grande stress con conseguenze non solo sul piano fisico ma anche una frustrazione sul nostro piano emotivo. Ho preparato quindi un manuale di 16 giorni con lo scopo di offrirti un’alimentazione olistica che non guarda le grammatura ma rispetta la stagionalità del tuo essere. Se pensiamo, agiamo e mangiamo rispettando la ciclicità stagionale e i ritmi vitali sosteniamo tutto il nostro Essere. Il nostro compito è entrare dentro noi stessi, dove risiede l’energia, arrivare al fondo. Clicca qui per acquistare

Grazie per entrare nel mio spazio al naturale a leggere quello che io scrivo con dedizione, intuizione, preparazione e magia